Tappeto Kashan 208x306

Rey Carpets

sku 252808

Il contatto con l'estero e i suoi mercati, nella prima metà del '900 ha prodotto disegni vicini al gusto europeo e americano.\nParallelamente, però, la buona qualità dei tappeti - molto apprezzati dai mercati interni - ha permesso alla produzione di mantenere anche un saldo il rapporto con le proprie tradizioni. La resistenza e la bellezza dei suoi tappeti in Persia sono proverbiali.\nCaratteristiche tecniche: Nodo asimmetrico, ordito in cotone, trama doppia
  • Tipologia: Classico
  • Nazione: Iraniano
  • Provenienza: Kashan
  • Manufattura: Annodato a Mano
  • Nodo: Lana
  • Formato: Rettangolo
  • Età: Antico
  • Dimensione: 208x306
  • Trama:
  • Spessore circa mm: 6
  • Ordito: Cotone
  • Numero di nodi: 250000

Tappeti simili che potrebbero piacerti

KASHAN

Forse il nome deriva dal nome degli antichi abitanti della zona (i Kassi o Kashu) di cui, nelle vicinanze di Kashan, sono trovati reperti risalenti fino a 9.000 anni fa.
Sorta sull’antica via delle spezie, al margine occidentale del deserto centrale, Kashan è la città con minor altitudine tra quelle importanti dell’Iran centrale (solo! 982 m.t.), e quindi è situata in un'area depressa, molto arida e calda.
Per far fronte a questo tipo di clima, a Kashan diventano elemento caratterizzante del paesaggio le “torri del vento”; strutture in grado di catturare il vento da un certa altezza, e quindi quasi privo di sabbia, di rinfrescarlo e umidificarlo in vasche d’acqua sottostanti e condizionare l'aria delle abitazioni costruite intorno ad una resede abbassata di qualche metro.
Sempre per la stessa ragione climatica, Kashan è sempre stata una città principalmente manifatturiera e non agricola.
Originariamente centro di produzione di tappeti, nel ‘600 abbandonò questa tradizione per trasformarsi in un importante centro di produzione tessile, che prosperò fino all‘800, quando la concorrenza delle fabbriche meccanizzate inglesi stroncò il suo sistema produttivo facendolo cadere quasi in rovina.
Fu così che dal 1890, dopo due secoli di abbandono, la città riprese a praticare l'accantonata arte della tessitura dei tappeti e questo avvenne proprio grazie ai mercanti della lana, che fornirono per la tessitura la lana Merino proveniente da Manchester e rimasta inutilizzata nell’industria tessile.
Tappeti Kashan
Gruppo: tappeti persiani / Esfahan
Il contatto con l'estero e i suoi mercati, nella prima metà del '900 ha prodotto disegni vicini al gusto europeo e americano.
Parallelamente, però, la buona qualità dei tappeti - molto apprezzati dai mercati interni - ha permesso alla produzione di mantenere anche un saldo il rapporto con le proprie tradizioni. La resistenza e la bellezza dei suoi tappeti in Persia sono proverbiali.
Caratteristiche tecniche: Nodo asimmetrico, ordito in cotone, trama doppia.
Product collection image